Photos

emma01 emma02
emma03 emma04
emma05 emma06
emma07 emma08
emma09 emma10

Info

Costo

Difficoltà

Tempo impiegato

Indossato a

Ballo di Primavera al Castello, maggio 2010
Ballo d'Autunno al Castello, novembre 2010

Il costume è ...

... disponibile per la vendita!










Emma da Victorian Romance Emma

Perché Emma?

Sono venuta a conoscenza del manga "Emma" grazie al passaparola della rete; i commenti entusiasti per trama e disegni mi hanno spinto ad acquistare in blocco tutti i volumi e, dopo averli letteralmente divorati, non ho potuto che unirmi al coro: Emma non è solo un manga, ma un vero e proprio romanzo ad immagini che racconta una delle storie più romantiche che mi sia mai capitato di leggere.

Ambientato nell'Inghilterra vittoriana, ha come protagonista una cameriera di umili origini e la sua storia d'amore con un giovane nobile; la caratterizzazione dei personaggi e la cura del dettaglio sono frutto di una profondissima ricerca storica da parte dell'autrice che ha creato uno spaccato molto realistico dell'epoca per quel che riguarda abbigliamento, ambientazioni e cultura.

Una volta deciso che ne avrei realizzato il cosplay mi sono preoccupata di trovare la location adatta.
In visita al Castello di Bevilacqua per prendere accordi per le due edizioni del Ballo al Castello, mentre mi aggiravo per le sale ho capito di essere nel posto giusto: non avrei potuto trovare location migliore per la mia Emma!

Il Costume

Emma indossa un severo abito nero lungo fino ai piedi, coperto da un grembiule bianco; la versione che ho scelto di realizzare è quella un pò più ricca che indossa durante il suo servizio a casa Molders.

Sia l'abito che il grembiule sono realizzati in cotone; ho cercato di essere il più fedele possibile allo stile dell'epoca indossando anche una sottoveste e un corpetto.
L'abito nel manga è aperto sul davanti tramite una serie di piccoli bottoni; io per comodità ho realizzato l'abbottonatura, ma poi l'ho cucita rendendola "finta" e applicando una lampo sulla schiena, per velocizzare i tempi di vestizione; al corpetto dell'abito è cucita una lunga gonna a mezza ruota.

Le maniche sono a "prosciutto", con ampie pieghe; realizzarne il cartamodello è stato molto interessante, mi sono affidata ad alcune immagini d'epoca e il risultato mi soddisfa pienamente.
Termina il tutto un colletto alto sul quale ho applicato un secondo colletto bianco; in cotone bianco anche i polsi che all'epoca erano staccabili per favorirne il lavaggio.

Il grembiule ha il petto plissettato e le rouches su tutta la lunghezza delle bretelle e sul fondo; anche la cuffietta è decorata da una doppia fila di rouches, mentre il fondo nei nastri che scendono sulla schiena sono abbelliti dal pizzo.

Concludendo

Mi è piaciuto molto interpretare la dolce Emma, personaggio che incarna le mie due passioni, le cameriere e i costumi storici!

Ho indossato questo abito durante le due edizioni del Ballo al Castello, e ho sfruttato diverse location dove i bravissimi fotografi intervenuti hanno creato dei veri e propri quadri d'epoca!


Grazie ai fotografi ufficiali dell'evento per le foto: Demis Albertacci, Michele Albrigo, Lorenzo Benini, Alessandro Cavallo e Bruno Sturman.

 

 

Cosplay List Gallery top